THE WUNDERNEST OF GUIDO GALIMBERTI

Antonio_Cabrini_3

MY PERSONAL WUNDERNEST: ANTONIO CABRINI

Il bell’Antonio, il re bello, il fidanzato d’Italia: si sono sprecati i soprannomi per Antonio Cabrini, il numero 3 più famoso della nostra penisola, il terzino della Juventus che faceva innamorare le ragazze e impazzire i tifosi bianconeri, il ragazzo bello e bravo della Nazionale.

Oggi è allenatore della Nazionale di calcio femminile, un uomo pacato e tranquillo, sorridente e disponibile con tutti

View more

Schwarz

MY PERSONAL WUNDERNEST: ARTURO SCHWARZ

Arturo Schwarz è uno storico dell’arte, saggista, poeta, scrittore e collezionista.

Ma soprattutto è un giovane ragazzo di novantuno anni, portati meravigliosamente e un grande conoscitore dell’animo umano.

Un grande uomo che vorresti non smettesse mai di parlare, di raccontare, di illuminarti con le sue idee e il suo modo di concepire la vita.

Anche solo stargli vicino per una breve intervista è una grande emozione ed un’esperienza unica.

View more

Paola Giubergia

MY PERSONAL WUNDERNEST: PAOLA GIUBERGIA

Torinese, viaggiatrice accanita, mamma di due figli e di due cani, un padre genio della finanza, qualita’ che sostiene di non aver ereditato, Paola Giubergia e’ la responsabile delle relazioni esterne dell’azienda di famiglia, la Banca con società di gestione di Patrimoni Ersel.

Anche lei apre a Wundernest la sua stanza delle meraviglie.

“La mia stanza delle meraviglie sto creandola adesso.

Questo perche’ ho una casa che ho continuato a rimaneggiare negli anni e nella quale non mi sentivo a mio agio.

View more

foto

La casa delle bambole di Petronella Oortmann al Rijksmuseum di Amsterdam

” Oggetto incredibile !!!! Pensate  che questa nobildonna olandese , ricchissima , spese per costruire la casa quanto sarebbe stato necessario per edificare un palazzo sul canale di Amsterdam . Ingaggio’ decine di artigiani per riprodurre tutto in perfetta scala 1: 9 usando solo materiali eccellenti e di altissima fattura . 

Io ho visto il museo e ovviamente la casa : e’ un oggetto spettacolare che dimostra la passione del committente e la magistrale  arte degli artigiani . 

E’ una wunderkammer delle meraviglie !!!! “

Guido Galimberti

foto

Ettore2

MY PERSONAL WUNDERNEST: ETTORE MOLINARIO

Ettore Molinario è il collezionista per antonomasia. Dopo la laurea in Economia e Commercio e una più che ventennale carriera italiana e internazionale come top manager di aziende multinazionali del settore finanziario e assicurativo, nel 2010 consegue la seconda laurea in Arti, Mercati e Patrimoni della Cultura che consolida il suo percorso di appassionato collezionista di opere d’arte iniziato nei primi anni ’90.

 

View more

Favin

Il “Monumento” di Dan Flavin / Il minimalismo può protestare contro una guerra?

Quando la maggior parte della gente sente la parola “arte politica”, pensa alla propaganda figurativa e monodimensionale.

Questo è ancora più vero quando si sente la parola “arte antibellica” Si prende visione di fotografie che documentano la distruzione e le atrocità del tempo di guerra; “prova diretta” dei disastri della guerra.

View more

GastelOrizz

MY PERSONAL WUNDERNEST GIOVANNI GASTEL

“Siamo tutti spettatori di un congedo.

Non si puo’ dirlo

in due parole.

Ricordo particolari

impercettibili

sgambettii di insetti

fazzoletti bianchi

angoli oscuri.

Un insieme di intraviste memorie

la mia vita

non un buio senza lanterna.”

(Giovanni Gastel, Milano, 2011)

Giovanni Gastel, uno dei piu’ grandi fotografi italiani, nasce poeta.

 

View more

Gherarducci

MAI DIRE…MY PERSONAL WUNDERNEST: GIORGIO GHERARDUCCI

Più conosciuto come uno dei componenti della Gialappa’s Band, Giorgio Gherarducci ha una passione che nel tempo è diventata quasi un secondo lavoro o, come la definisce lui ironicamente, una malattia, una dipendenza gravissima, molto sottile e perversa: il collezionismo d’arte.

Qual è la tua stanza delle meraviglie?

Fisicamente la mia stanza delle meraviglie non esiste, perchè ho opere sparse un po’ in tutta la casa, persino in bagno, quindi più che una stanza è la casa delle meraviglie. Sono in ordine sparso, senza una logica precisa, perché mi piace farle girare per la casa e comunque vederle tutte.

Poi ho anche uno studio, chiamato la discarica delle meraviglie, perché lì finiscono tutte le opere che non riescono a trovare una collocazione sui muri di casa e quindi vengono accatastate in un unico luogo.

 

View more

Filippo Avandero

Giovani fotografi crescono. Filippo Avandero

Se fosse una musica sarebbe un pezzo dei Doors.
Se fosse un regista sarebbe Quentin Tarantino.
Se fosse uno stile sarebbe il Vintage.

Filippo Avandero, ventiseienne biellese, sembra uscito da “Gioventù Bruciata”, con quel fascino da bel tenebroso che aveva James Dean in quel film, il cui titolo originale non a caso era “Rebel without a cause”. Ribelle senza motivo, infatti, Filippo lo è.

Glielo leggi in faccia e negli occhi azzurrocielo ma irrequieti, sempre alla ricerca di un equilibrio che, una volta raggiunto, non ti appaga mai. Avrebbe voluto fare il chirurgo, ma il suo scarso amore per i libri lo ha fatto desistere. E’ stato folgorato sulla via della fotografia davanti ad un ritratto che Albert Watson ha fatto a Mick Jagger, uno scatto famosissimo in cui il suo volto si fonde con il muso di un leopardo; da quel momento inizia la sua gavetta.

View more

Foto-1gg-Galimberti-2_1024-930x360

IL DIVIDENDO CULTURALE: intervista a Guido Galimberti su Finarte Journal

Segnaliamo l’intervista  di Guido uscita sul numero di Luglio della rivista “Finarte Journal” sul “dividendo culturale”.

Potete leggerla cliccando qui.

Se volete restare aggiornati sugli eventi artistici promossi e pubblicizzati da Opera potete:

– consultare il sito www.operadv.com

– iscrivervi alla Newsletter di Opera cliccando qui

– seguire Opera sui Social Network e in particolare su Facebook a questo indirizzo.

 

Un saluto a tutti

Lo staff di Wundernest