THE WUNDERNEST OF GUIDO GALIMBERTI

Salvatore Emblema's studio, Emblema Museo, Terzigno (Napoli)

Salvatore Emblema: tanta luce dal Vesuvio

Con “Appartengo alla Luce”, prima mostra e relativo catalogo, realizzati dopo la scomparsa dell’artista Salvatore Emblema nel 2006, si è risvegliata l’attenzione per un posto speciale, conosciuto da molti e frequentato da pochi: il Museo Emblema a Terzigno, Napoli.

A Terzigno sul Vesuvio, ai piedi del vulcano, in una insospettabile periferia napoletana, è possibile trovare intatto il gesto artistico del grande Maestro. Una quantità enorme di tele e installazioni (scultoree e non), di ogni dimensione. Insolitamente e naturalmente disposte e vissute. View more

Bussana Vecchia

Bussana Vecchia: il borgo che non c’è

C’è un luogo dove l’energia è esplosa in maniera tragicamente manifesta, lasciandone, però, una parte celata tra le macerie. Un luogo dove la natura ha fatto sentire la sua forza sovrastante, che ha lasciato nell’aria quasi l’odore di una vitalità interrotta. Nel febbraio 1887 la terra ha cercato di risucchiare il borgo di Bussana (in provincia di Imperia), un piccolo agglomerato di casupole addossate a un vecchio castello del XII secolo, opera della nobile famiglia dei conti di Ventimiglia. View more

Madonna di San Sisto, Raffaello, Gemaldegalerie, Dresden

La donna più amata viene da Piacenza

La donna più bella del mondo compie 500 anni: con questo titolo Dresda avvia le celebrazioni dedicate alla Madonna di San Sisto di Raffaello, opera clou della loro preziosissima Gemäldegalerie, centro culturale e turistico che muove ogni settimana due voli aerei solo dalla Russia. Il piacentino Eugenio  Gazzola, saggista e studioso di Raffaello, ci racconta che questa Madonna venne dipinta tra il 1512 e il 1513 e, da allora, non ha mai smesso di sedurre le migliori menti della cultura europea. View more

Lago Trasimeno

Il bello del Centro. Piccola grande Umbria senza turisti

Bastano pochi giorni in una zona circoscritta dell’Umbria per vedere capolavori indimenticabili, schivando i turisti. Ho passato qualche giorno a Panicale (PG) e Città della Pieve, a ridosso del Lago Trasimeno, e mi sono goduta meraviglie artistiche che non hanno niente da invidiare al Louvre. Non a caso Panicale si fregia del marchio di Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, riconoscimento delle qualità turistico-ambientali, oltre ad essere nella lista dei borghi più belli d’Italia. View more

Che ci crediate o no, tutto accade nella piccola Barolo

Ho visto la lista degli invitati al Festival Collisioni di Barolo, in provincia di Cuneo e sono letteralmente impazzita: uno dei miei scrittori preferiti Don De Lillo (ora al cinema si può vedere Cosmopolis di Cronenberg tratto dal suo romanzo), Patti Smith, per non parlare di Bob Dylan, veramente lui! e poi Sepùlveda, Moni Ovadia e altri personaggi della cultura e dello spettacolo italiani da Philippe Daverio a Lella Costa, da Luciana Littizzetto a Carlo Verdone, ai Subsonica e altri ancora. View more

Val Tidone Shire

Colline di vigneti a perdita d’occhio, castelli, rocche, sagre gastronomiche, paesini che sembrano presepi… Sto parlando della Val Tidone, nel Piacentino, a un’ora di macchina da Milano. Una zona felice che, secondo me, rende bene l’idea del meglio dell’Italia. Ancora poco turistica, la Val Tidone, unisce la gioiosità dell’Italia che si esprime con le infinite feste popolari che si susseguono durante i dodici mesi dell’anno, alla bellezza del paesaggio, alla cultura di questi luoghi secolari. Per non parlare dei prodotti locali: i sinceri vini piacentini, i tortelli di ricotta e spinaci, la pancetta, la coppa, il lardo, il treccione di pane con la crosta dura. View more

Dita come personaggi da romanzo. Per ripassare i classici col sorriso

Assolutamente irresistibili i video di Ovo che spiegano i capisaldi della letteratura internazionale. Io ho guardato Delitto e Castigo e mi sono vista il protagonista apparire come una mano vestita e truccata, con tanto di cappello, mantello baffi e aria emaciata. Tutti i personaggi sono rappresentati da mani, le cui dita sono volti e corpi.  View more

10

La gallerista coreana che parla milanese con la Vucciría nel cuore

In un angolino di Milano fresco e silenzioso, un cortile interno tra le foglie nella zona di Porta Genova ho incontrato una sensibilità speciale. Una giovane donna coreana Ho Jin Jung ha da poco aperto lo Studio Akka, uno spazio dove esporre opere molto scelte e fresche. Jung, la gallerista, vive da quindici anni in Italia, trascinata a Palermo per motivi di cuore, ha poi studiato all’Accademia di Brera e ha da pochi mesi deciso di presentare, con rara sensibilità estetica, gli artisti che segue tra Corea e Italia. Dopo un primo periodo a Palermo, dove frequenta quotidianamente il mitico mercato Vucciría, che ricorda con struggimento, si è trovata questo spazio milanese a sua immagine e somiglianza. View more