THE WUNDERNEST OF GUIDO GALIMBERTI

Dove si coccola il culatello

Alla trattoria La Buca di Zibello, il culatello è l’ospite d’onore, sempre e comunque. Non solo il culatello, che è stato inventato proprio a Zibello è la prima voce degli antipasti, ma è anche il più importante ingrediente del piatto che ha reso famosa nelle generazioni questa inimitabile trattoria: le tagliatelline. Dopo la prima forchettata, ho capito il significato di “felicità in terra”. Sotto la voce “Bolliti” dal menù, assolutamente imprescindibile la mariola con zabaione all’aceto, o in alternativa, il cappello del prete con mostarda. View more

In kayak, a scuola di vita

Angelo Vergani, imprenditore milanese del 1955, amministratore delegato della Contract Manager di Milano, è canoista dal 1977, autore di libri (Fuga nella Gola del 2004 e Attrazione Fluviale del 2011) e finora ha disceso quasi 400 fiumi tra Europa, Africa e America. Siamo andati  a trovarlo nel suo ufficio per farci raccontare il mondo del kayak e il Valsesia Canoa film festival da lui inventato. Ci accoglie con un sorriso sincero e una decisa stretta di mano. View more

www.giuseppepiva.com

Impermeabili come piume d’uccello

Quando non esisteva la tela cerata, né il goretex e si portavano lunghe lame verticali nei cortei militari, serviva qualcosa per proteggere la punta. Sto parlando di arte giapponese del periodo Edo (1615-1867), e precisamente dei foderi per armi che servivano a proteggere dalla pioggia e dai graffi la cima di lunghe aste (di circa tre metri) che, usate come vessilli, venivano impugnate dai guerrieri giapponesi. View more

irina

Forza e vulnerabilità nell’Hangar

Mi sono sempre chiesta se esistesse in terra un posto, dove, nascosti, lavorassero gli ingranaggi che muovono persone, pensieri e stagioni. Ogni volta che visito l’Hangar Bicocca di Milano mi rispondo che, se questo posto esiste, deve assomigliargli. Dietro un tendone da teatro, poca luce e strutture metalliche a ricordo del gruppo Ansaldo, produttore di bobine elettriche e di motori a scoppio. Un silenzio che accompagna l’eco dei propri passi invita il piccolo visitatore a confrontarsi con le installazioni permanenti e temporanee. Fino al 6 giugno 2012 a fianco delle 7 torri di Anselm Kiefer, tre artisti internazionali portano in scena diverse facce della realtà dimenticata e dimenticabile.

View more

old_football_ball_1920x1200

La meraviglia nel calcio

Il calcio non è uno sport. Non soltanto, almeno. Metà valore e metà fortuna. Come la vita, in fondo. Imprevedibile come il destino. Non sempre vince il migliore, l’episodio inatteso può cambiare la strada. Come un biglietto vincente della lotteria trovato per caso.
Anche per questo, il football ha sedotto il mondo. Ogni generazione, ogni continente, ogni classe sociale. Una livella capace di includere nella stessa “curva” ricchi e poveri, realizzati e depressi, ottimisti e pessimisti, sognatori e pragmatici, intellettuali e analfabeti.  View more

Meglio impacchettata che beccata

So di non rivolgermi ad agricoltori,  né molti di voi avranno avranno alberi da frutto nel giardino di casa, però magari un piccolo alberello sparuto sul balcone lo possedete. Magari vi è capitato in vacanza di cogliere un frutto maturo dall’albero e di accorgervi, proprio mentre state per affondare i denti nella polpa, che qualcuno è arrivato prima di voi. A me è successo con le albicocche e con le amarene, per non parlare dei fichi. C’è sempre un uccellino furbetto che arriva prima. View more

4 ZORRO-BANDA CITTADINA

Da Zorro all’Università della felicità

Ha organizzato due raduni mondiali di Zorro in Sardegna (1983, 2004) e adesso che ha fondato Aristan, l’Università della felicità, Filippo Martinez, artista dai molteplici talenti, ha ancora Zorro in mente. Ma, mi chiedo, perché proprio Zorro, nel tripudio di supereroi che abbiamo disponibili oggi. Mi spiega in una telefonata da Oristano, afono, che Zorro è l’eroe che mette da parte l’Io, nasconde la propria identità anagrafica dietro una maschera, è allegro e difende i deboli. Zorro è l’eroe umano che non uccide ma lascia il segno e combatte solo con la sua spada senza strani superpoteri. E conclude: “Chiunque senta nell’animo un senso di giustizia può essere Zorro.” Penso che sia proprio quello di cui abbiamo bisogno, ora più che mai. Evviva Zorro! View more

Peter Dreher, Tag um Tag ist guter Tag (Night series from 1974 to today, N.2140, oil on canvas, cm.25x20 (Courtesy P420 photo Dario Lasagni)

Il bicchiere come calendario, orologio, specchio

Peter Dreher, pittore tedesco, oggi nei suoi ottant’anni, ha cominciato a dipingere un bicchiere nel 1974. Da allora non ha più smesso di ritrarlo. Osservare quel bicchiere, ogni giorno nel suo studio, è diventato un esercizio di purificazione, una ricerca della semplicità. La semplicità del dipingere, la semplicità’ dell’oggetto dipinto che fa dimenticare, cancellandolo ogni giorno un po’, l’ io che dipinge. Il bicchiere, sempre lo stesso, riflette pero’ la luce che entra dalla finestra dello studio, quindi è sempre diverso, come ogni giorno. La pulizia dell’atto del dipingere viene perseguita negando il soggetto che guarda e annullando ogni altro oggetto che non sia il bicchiere. View more

7irina(1)

Omaggio al soffio vitale che muove il mondo

1. Chiudi gli occhi

2. Immagina le unità abitative minimal giapponesi, dove tutti i libri impilati in casa tua non potranno mai entrare perché sarebbero disordine anti-bianca armonia spirituale.

Se sei un  “i-lover” questo passaggio per te sarà più immediato. Con un clic saranno già tutti nel tuo i-pad. Mago Merlino sarebbe fiero di te.

Se sei un collezionista di cianfrusaglie che un giorno-potranno-tornarti-utili il processo sarà difficoltoso. Prenditi il tempo che ti serve. View more

IMG_0359

Dove l’ortaggio stagionale regna sovrano

Se aprite la brochure del ristorante Eff di Milano (www.eff.milano.it), trovate lo schema della frutta e verdura per ogni mese dell’anno. In aprile trionfano il ravanello e il cavolo rapa. Poi una nota sotto informa che esistono anche verdure per tutte le stagioni come barbabietole, spinaci, carote…in modo da chiarire le idee a chi non conosce i segreti della campagna. Aperto da pochi mesi, questo ristorante si attiene ai prodotti della terra rigorosamente di stagione. View more